Adulti – Giovani di AC: la nuova parola chiave per un’attenzione particolare

100_2426Il progetto di un’attenzione particolare per la fascia degli adulti – giovani di AC, costituisce un’assoluta novità per la nostra diocesi ed è una novità che si sta cominciando ad estendere in tutta l’Azione Cattolica. L’AC, infatti, è consapevole che la sconfinata fascia del mondo degli adulti è diventata talmente variegata e complessa da dover essere trattata per sotto fasce separate.

Da questa riflessione sono nate già delle attenzioni particolari, prima tra tutte quella per le Famiglie e adesso quella per gli adulti-giovani che ora più che mai, per esigenze di vita, di tempi e di problematiche, non possono essere semplicemente associati ai giovani e tantomeno agli adultissimi.

Da dove siamo partiti: Premettendo che come Adulti – Giovani vogliamo intendere principalmente la fascia che va dai 30 fino ai 45 anni circa, in accordo con il quadro che la società stessa ci propone, guardando alla realtà della nostra AC diocesana, l’analisi è presto fatta.

Se osserviamo le vite e soprattutto i ritmi delle persone di questa fascia, li riscontriamo certamente molto stretti e vincolati da esigenze ampissime e varie, che lasciano poco spazio per coltivare un cammino regolare di formazione e/o di catechesi per se stessi, se non per coloro che sono fortemente motivati a ritagliare del tempo per attività di carattere pastorale.

Da questo nasce la necessità di pensare a questa fascia in modo completamente “nuovo” e fuori dagli schemi classici, utilizzando modalità diverse che vanno adattate e calate nella nostra specifica realtà e situazione contingente.

La nostra Missione: La missione che l’AC diocesana e in particolare leequipe adulti – giovani della zona Nord e della zona Sud della diocesi (perché proprio di “missione” dobbiamo parlare in questo caso) è di allargare lo sguardo all’orizzonte per abbracciare e accogliere quelli che, inconsapevolmente cercano un cammino di fede; tra questi ci sono coloro che, in ricordo di attività fatte da giovani vorrebbero ritrovare in una forma consona alla loro condizione attuale per temi e tempi, un’esperienza analoga ma rinnovata (e vi assicuriamo che persone tali ce ne sono), e coloro che sarebbero “nuovi” e potrebbero rimanere stupiti dalla stessa proposta che potrebbe essere fatta loro in un modo totalmente diverso da quello che potrebbero aspettarsi.

I nostri Obiettivi Insomma dove vogliamo arrivare? Vorremmo creare una “rete” di relazioni di persone, che possano riconoscersi in un’esperienza nuova e comune, che risponda ai criteri di una proposta cattolica, utilizzando anche, ma non solo, gli strumenti formativi dell’Azione Cattolica (come ad esempio la Guida Adulti o la Guida Giovani che possono fornire degli spunti sicuramente interessanti).

Fare in modo che le persone possano iniziare a conoscersi tra loro, anche partendo dal punto di vista “virtuale”, vista la difficoltà chiara di poter creare il classico “gruppo”, utilizzando social network e sfruttando i legami relazionali che già esistono con persone “vicine” e persone “meno vicine” o persone che erano “vicine” una volta, tanto tempo fa.

Il concetto su cui fondiamo il nostro obiettivo si può sintetizzare in questo slogan: “Nessuno è escluso”, ricordandoci che potremo avvicinare gli altri solo con tre parole base: “Permesso, Scusa, Grazie!!”, sempre con lo stile missionario e pastorale che lo stesso papa Francesco ci invita a praticare continuamente.

Abbiamo ritenuto necessaria questa breve presentazione e sintesi, per spiegare al meglio da dove siamo partiti e quale è la nostra “attenzione” (per dirla in termini AC).

Inizia il cammino: L’AC per noi è e sarà la password (parola chiave) per essere una Chiesa in Azione e la Chiesa è la pass – world (apertura al mondo) per quella comunione universale che si riassume nella nostra identità Cattolica a cui tutti facciamo riferimento.